Category: Milestone Lewis


Risultati immagini per Passeggiata al Sole locandina

Un film di Lewis Milestone. Con Dana Andrews, John Ireland, Richard Conte, Sterling Holloway. Guerra, Ratings: Kids+13, b/n durata 117′ min. – USA 1945. MYMONETRO Passeggiata al sole – Salerno ora X * * * - - valutazione media: 3,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.


Nel settembre 1943, dopo lo sbarco a Salerno, una pattuglia di fanteria percorre dieci km per raggiungere una fattoria, ma nessuno sa che cosa li aspetta. Prodotto dallo stesso Milestone, scritto da Robert Rossen da un romanzo di Harry Brown, è uno dei migliori e più anticonformistici film bellici sulla seconda guerra mondiale, forse il migliore tra quelli sul fronte italiano. Durante la “passeggiata al sole” la pattuglia è attaccata più volte da un nemico che, realisticamente, rimane invisibile anche nel sanguinoso epilogo. L’accento è messo non sui combattimenti, ma sugli effetti psicologici che la guerra ha sui combattenti: paura, spaesamento, ironia, esorcismi scherzosi, gioia innocentemente egoistica per la sopravvivenza. La guerra raccontata a filo d’erba. Un film bellico intimista, quasi un ossimoro. Personaggi vivi. Ottimo bianconero di Russell Harlan.

A Walk in the Sun (1945) on IMDb
All'ovest niente di nuovo, attori, regista e riassunto del film

Un film di Lewis Milestone. Con Louis Wolheim, Lew Ayres, John Wray, Arnold Lucy, Ben Alexander. Titolo originale All Quiet on the Western Front. Guerra, Ratings: Kids+13, b/n durata 105′ min. – USA 1930. MYMONETRO All’Ovest niente di nuovo * * * * 1/2 valutazione media: 4,67 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dal romanzo (1929) di Erich Maria Remarque: nel 1914, istigati da un loro insegnante, alcuni studenti tedeschi si arruolano volontari, ma presto al fronte scoprono che la guerra ha poco da spartire col coraggio, il dovere o l’etica. Un classico del cinema pacifista, distribuito in Italia soltanto nel 1956. Fu uno dei primi “colossi” del cinema sonoro. La sua forza e soprattutto la sua fama derivano da una sagace fusione delle sue componenti: il realismo della regia, la spettacolarità delle scene di battaglia, il lirismo dei dialoghi. 2 Oscar: miglior film e migliore regia. Ebbe un seguito (The Road Back, 1937, di James Whale) e un rifacimento nel 1979 con la regia di Delbert Mann, Niente di nuovo sul fronte occidentale.

All Quiet on the Western Front (1930) on IMDb

Edit 28/12/23: sostituita versione 480p con 1080p, sempre Collectors Edition

Risultati immagini per Colpo Grosso - Ocean's Eleven -Un film di Lewis Milestone. Con Dean Martin, Frank Sinatra, Peter Lawford, Cesar Romero, Angie Dickinson. Titolo originale Ocean’s eleven. Commedia, durata 127′ min. – USA 1960. MYMONETRO Colpo grosso * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Danny Ocean con dieci amici organizza un colpo geniale: svaligiare contemporaneamente cinque case da gioco di Las Vegas. Il furto riesce, ma il bottino va in fumo. È la più divertente e simpatica compagnia di bricconi che si sia vista sullo schermo dopo quella dei Soliti ignoti (1958). Dialoghi affilati, interpreti bravissimi (è l’adunata del clan di F. Sinatra). Un’apparizione geniale di Shirley MacLaine.

Ocean's Eleven (1960) on IMDb

Gli ammutinati del Bounty - Il CineocchioUn film di Lewis Milestone. Con Marlon Brando, Trevor Howard, Richard Harris, Hugh Griffith, Richard Haydn. Titolo originale Mutiny on the Bounty. Avventura, durata 185′ min. – USA 1962. MYMONETRO Gli ammutinati del Bounty * * * - - valutazione media: 3,25 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari

Il 28 aprile 1789 a bordo dell’HMS Bounty diretto a Tahiti scoppia la rivolta contro il tirannico cap. Bligh che con pochi fedeli marinai è lasciato su una scialuppa. Il primo ufficiale guida gli ammutinati sull’isola di Pitcairn. Già rievocato in un bel film del 1935, da noi pomposamente intitolato La tragedia del Bounty, l’episodio è storico. Questo remake, cui ne seguì un altro (Bounty, 1984), rischiò di far fallire la M-G-M: costò 18 milioni di dollari e ne incassò 9.Il finale è uno dei 12 escogitati in sceneggiatura, più volte rimaneggiata anche per colpa di Brando, che all’inizio della lavorazione impose la sostituzione di Carol Reed con Milestone. A parte la recitazione di Brando, di cui però nel doppiaggio si perde gran parte del sapore british, il film ha qualche buon momento spettacolare, ma diventa oleografico e sfibrato nella parte di Pitcairn, proprio quella che stava a cuore al suo protagonista. Nonostante tutto, ebbe 7 nomination agli Oscar tra cui quelle per la fotografia (Robert Surtees) e la musica (Bronislau Kaper).

Mutiny on the Bounty (1962) on IMDb