Category: J


Berlin-Alexanderplatz (1931 film) - Wikipedia

Regia di Piel Jutzi. Un film Da vedere 1931 con Heinrich GeorgeMaria BardBernhard Minetti. Genere Drammatico – Germania1931durata 80 minuti. – MYmonetro 3,00 su 2 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Dal romanzo omonimo (1929) di Alfred Döblin, anche sceneggiatore. Uscito di prigione, Franz Biberkopf riprende il suo lavoro di venditore ambulante sull’Alexanderplatz, ma, coinvolto in una rapina, perde un braccio e ritorna alla sua misera vita. È, con M (1931) di F. Lang, il miglior film sonoro della Germania prenazista. Da un romanzo polifonico e sperimentale, Jutzi ha tratto un dramma cupo ma non disperato in cui, attorno al suo roccioso protagonista e alle sue donne, sta una Berlino rumorosa e ostile. Di tutti i film della corrente di sinistra, è il meno segnato dalla latente influenza sovietica.

 Berlin Alexanderplatz
(1931) on IMDb

Un film di Alan Johnson. Con Anne Bancroft, Tim Matheson, Mel Brooks, Charles Durning, José Ferrer.Titolo originale To Be or Not To Be. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 107 min. – USA 1983.MYMONETRO Essere o non essere * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel 1940 il capo di una compagnia teatrale di polacchi, in una Varsavia occupata dai tedeschi, riesce, con una serie di travestimenti (anche da Hitler), a far fuggire un gruppo di patrioti e di ebrei verso la libera Inghilterra. Rifacimento dell’omonimo capolavoro (1942) di Lubitsch – il cui titolo italiano è Vogliamo vivere! – è un triplice omaggio: alla Polonia, zerbino d’Europa; al regista berlinese; al teatro. Brooks, produttore e interprete, ne ha fatto un film ancor più slavo ed ebraico (ma meno rigoroso) del precedente. In una compagnia di bravissimi attori spicca la Bancroft, doppiata da Livia Giampalmo. Trascinante come una pochade di un Feydeau impegnato.

 Essere o non essere
(1983) on IMDb
Ploy (2020) - IMDb

Less a feature debut than a marked progression in a career of interdisciplinary video work, Prapat Jiwarangsan’s Ploy makes no attempts to distance itself from its creator’s tenure as an installation artist, even if it is in possession of an overarching narrative, and runs a comparatively hefty 51 minutes after a series of shorts that never surpassed 20. An impressive confluence of narrated testimony, painting, photo-roman, and patient master shots of urban and forested Singaporean landscapes, this mutable methodology is otherwise grounded by its source material, a chapter from Kon Glai Baan (Persons Far From Home) — a collection of 20 short stories written by Thai migrant workers outlining their experiences in Singapore — entitled “A sad record of a sex worker.” The story itself is the diary of Ploy (a nickname, we’re informed only a few minutes in), which is fractured across Jiwarangsan’s freeform essay film.

 Ploy
(2020) on IMDb
Mi confermate per piacere che è il film della trama?

Locandina italiana French ConnectionUn film di Cedric Jimenez. Con Jean Dujardin, Gilles Lellouche, Céline Sallette, Mélanie Doutey, Benoît Magimel.Titolo originale La French. Thriller, durata 135 min. – Francia, Belgio 2014. – Medusa uscita giovedì 26 marzo 2015. MYMONETRO French Connection * * 1/2 - - valutazione media: 2,69 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.


Negli anni Settanta, Marsiglia è la capitale mondiale del traffico di eroina. A contrastarlo c’è Pierre Michel, un magistrato incorrotto e incorruttibile. A capo di un pugno di uomini scelti, il magistrato dichiara guerra a Gaëtan Zampa, membro e padrino indiscusso della French Connection, rete mafiosa che gestisce il business della droga e prospera grazie alla sua esportazione. Irriducibile e carismatico, come il suo antagonista, Zampa non si lascia intimidire muovendosi agilmente tra la Costa Blu e gli States e seminando dietro di lui morte, vendetta e risentimento.

 French Connection
(2014) on IMDb

Locandina HyenaUn film di Gerard Johnson. Con Elisa Lasowski, Stephen Graham, Peter Ferdinando, Neil Maskell, MyAnna Buring.Thriller, durata 113 min. – Gran Bretagna 2015.


Essere un buon poliziotto non significa necessariamente fare tutto come da manuale. Ma quando l’attività criminale a Londra comincia a favorire gli albanesi e i turchi, come può sopravvivere un “buon” poliziotto?

 Hyena
(2014) on IMDb

Locandina Il morso del pipistrelloUn film di Jerry Jameson. Con Michael Pate, Stewart Moss, Marianne McAndrew, Michael Pataki, Paul Carr.Titolo originale Bat People. Horror, durata 90 min. – USA 1974. MYMONETRO Il morso del pipistrello * * - - - valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

L’immunologo John Beck compie un’escursione all’interno di un’oscura caverna per studiarne l’habitat, ma viene morso da un pipistrello. L’incidente non lo preoccupa più di tanto, almeno fino a quando non si rende conto di aver contratto una sconosciuta infezione che innesca l’incontrollabile e mostruosa mutazione della sua persona. 

 Il morso del pipistrello
(1974) on IMDb

Locandina Non siamo angeliUn film di Neil Jordan. Con Sean Penn, Demi Moore, Robert De Niro Titolo originale We’re No Angels. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 106 min. – USA 1989. MYMONETRONon siamo angeli * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.


Ispirata al film omonimo di Michael Curtiz questa pellicola riesce solo a tratti a divertire. Nonostante ci sia Robert De Niro, accoppiato a Sean Penn, la sceneggiatura di David Mamet e la regia di Neil Jordan (che dopo Mona Lisa non ne imbrocca una), tutto risulta prevedibile, sopra le righe e sbilanciato. I due evasi, che si travestono da preti per passare il confine, nella nuova versione non riescono in alcun modo a restituirci la magia, se vogliamo meno calcolata, di Humphrey Bogart e Aldo Ray.

 Non siamo angeli
(1989) on IMDb

Regia di Angelina Jolie. Un film con Phoeung KompheakSveng SocheataSareum Srey MochTharoth Sam. Titolo originale: First They Killed My Father: A Daughter of Cambodia Remembers. Genere BiograficoDrammatico – USA2017durata 136 minuti.

Cambogia, 1975, la città di Phnom Penh brilla di vita e colori e viene immortalata da un fotografo, ma tutto è destinato cambiare lontano da occhi occidentali. Infatti il fotografo se ne va come gli americani e nel Paese viene instaurato il regime degli Khmer Rossi, che attua un programma genocida di purificazione della Cambogia. Luon Ung è una bambina di cinque anni che assiste alle numerose e sadiche ingiustizie praticate dai soldati sulla sua famiglia, mentre cerca di sopravvivere tra gli stenti e la fame in una sorta di campo di concentramento rurale, dove i detenuti coltivano il cibo per i militari. Finirà per diventare anche una bambina soldato quando sarà trasferita in un ulteriore campo di addestramento.

Il terzo film da regista di Angelina Jolie affronta un tema a lei molto caro, persino famigliare, visto che uno dei suoi figli adottivi, Maddox Jolie-Pitt, è di origini cambogiane e partecipa al film in veste di produttore. In questo ruolo è stato coinvolto anche il grande regista di documentari Rithy Panh, ossia la più importante figura del cinema cambogiano.

 Per primo hanno ucciso mio padre
(2017) on IMDb

Arrivano I Russi, Arrivano I Russi (1966): Amazon.it: Reiner,Saint,Arkin,  Reiner,Saint,Arkin: Film e TVUn film di Norman Jewison. Con Brian Keith, Alan Arkin, Carl Reiner, Eva Marie Saint Titolo originale The Russian Are Coming! The Russian Are Coming!. Commedia, durata 126 min. – USA 1966.MYMONETRO Arrivano i russi, arrivano i russi * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Un gruppo di marinai russi, sbarcato in un porticciolo americano in cerca d’aiuti per disincagliare il sottomarino insabbiato, crea un pandemonio. Ma il comune sforzo, dei marinai e degli abitanti, per salvare un bimbo in pericolo porterà la pace.

 Arrivano i Russi, arrivano i Russi
(1966) on IMDb

Regia di Roland Joffé. Un film Da vedere 1984 con Sam WaterstonJulian SandsJohn MalkovichHaing S. NgorCraig T. NelsonGraham KennedyCast completo Titolo originale: The Killing Fields. Genere Drammatico – Gran Bretagna1984durata 141 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 – MYmonetro 3,55 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

È la storia dell’amicizia tra un giornalista americano e uno cambogiano, all’inizio degli anni ’70: con l’arrivo dei Khmer rossi, il cambogiano salva la vita dell’amico, ma poi scompare nell’inferno dei campi di lavoro e di sterminio. Interamente girato in Thailandia, è coraggioso, anticonformista e crudele per certi aspetti, soprattutto nella 1ª parte. Le responsabilità del governo USA di Nixon nella catastrofe non sono taciute. Scritto da Bruce Robinson. 3 Oscar: attore non protagonista (H.S. Ngor, il 2° degli interpreti di origine asiatica premiati nella storia degli Academy Awards), fotografia (Chris Menges), montaggio (Jim Clark).

 Urla del silenzio
(1984) on IMDb

Locandina italiana Il violinista sul tettoUn film di Norman Jewison. Con Topol, Norma Crane, Leonard Frey Titolo originale Fiddler on the Roof. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 165 min. – USA 1971. MYMONETRO Il violinista sul tetto * * * 1/2 - valutazione media: 3,54 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Patetica storia di una famiglia ebrea in Russia, obbligata a partire per l’America dalla persecuzione razziale.

 Il violinista sul tetto
(1971) on IMDb

Locandina Non mandarmi fioriUn film di Norman Jewison. Con Rock Hudson, Hal March, Doris Day, Tony Randall, Clint Walker. Titolo originale Send Me no Flowers. Commedia, durata 100 min. – USA 1964. MYMONETRO Non mandarmi fiori * * * - - valutazione media: 3,25 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Un marito crede di avere pochi mesi di vita, l’amico, a cui si è confidato, gli consiglia di trovare un altro uomo per sua moglie, la moglie non capisce lo strano comportamento del marito. Alla fine tutto s’accomoda.

 Non mandarmi fiori!
(1964) on IMDb
La calda notte dell'ispettore Tibbs (1968) scheda film - Stardust

Regia di Norman Jewison. Un film Da vedere 1967 con Sidney PoitierRod SteigerWarren OatesLee GrantLarry Gates, James Patterson (II), William SchallertCast completo Titolo originale: In the Heat of the Night. Genere Drammatico – USA1967durata 109 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,75 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

In una cittadina del Mississippi lo sceriffo bigotto e razzista è costretto a lavorare con un ispettore nero dell’FBI per risolvere un caso di omicidio. Il sodalizio fra i due fa scintille. Benché sopravvalutato (anche 5 premi Oscar: film, sceneggiatura, R. Steiger, suono e montaggio), è un poliziesco efficace per l’ambientazione, l’atmosfera, il trattamento dei temi razziali, l’ottima interpretazione. Seguito da Omicidio al neon per l’ispettore Tibbs (1970) e L’organizzazione sfida l’ispettore Tibbs (1971).

 La calda notte dell'ispettore Tibbs
(1967) on IMDb

Un film di Norman Jewison. Con Ann-Margret, Edward G. Robinson, Karl Malden, Steve McQueen, Joan Blondell Titolo originale The Cincinnati Kid. Drammatico, durata 113′ min. – USA 1965. MYMONETRO Cincinnati Kid * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
New Orleans, 1936. Giovanotto cinico e astuto è ritenuto il più bravo giocatore di poker scoperto, fin quando arriva il vecchio Lancey. Sfida inevitabile. Vanta la più famosa partita a poker del cinema americano. Ottima ricostruzione ambientale, apprezzabile gusto per i dettagli, duetto impagabile tra S. McQueen e E.G. Robinson, attorniati da coloriti caratteristi. All’origine c’è un romanzo di Richard Jessup, sceneggiato da Ring Lardner Jr. e Terry Southern. Le riprese furono cominciate da Sam Peckinpah.

 Cincinnati Kid
(1965) on IMDb

Regia di Nima Javidi. Un film Da vedere 2014 con Payman MaadiNegar JavaherianMani HaghighiShirin YazdanbakhshElham KordaCast completo Genere Drammatico, – Iran2014durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 27 novembre 2014 distribuito da Microcinema. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,30 su 6 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Mentre si preparano a lasciare l’Iran per l’Australia, Amir e Sara ricevono la visita della baby-sitter dei vicini che affida loro per pochi minuti una neonata addormentata. In realtà sparisce e il destino vuole che la bimba muoia (per “morte in culla”, sembrerebbe). I due sciagurati nascondono la cosa a tutti e si barcamenano tra bugie, sotterfugi e inghippi per finire i bagagli e andarsene. Se si supera l’irritazione per l’assurdità dell’assunto di partenza, gli attori sono bravi e l’esordiente Javidi crea uno sviluppo nei meccanismi di coppia che, con un “pretesto” diverso, sarebbe assai interessante. Ignorato dal pubblico, ma nemmeno la critica si è sperticata.

 Melbourne
(2014) on IMDb

Regia di Neil Jordan. Un film Da vedere 2009 con Colin FarrellAlicja BachledaTony CurranDervla KirwanStephen ReaAlison BarryCast completo Genere Drammatico – IrlandaUSA2009durata 111 minuti. – MYmonetro 3,17 su 3 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Cork, Irlanda. Syracuse, detto Cyrcus, è un pescatore che vive da solo dopo che la moglie lo ha lasciato. I due hanno una bambina di 10 anni, Annie, che è gravemente ammalata ai reni. Un giorno Syracuse tira su la rete e ci trova una giovane donna che dice di chiamarsi Ondine e non vuole essere vista da nessuno. Annie però la scoprirà e si convincerà che si tratti di una selkie, un personaggio leggendario che vive nel mare e diviene umano se ne esce. Fatto sta che le cose sembrano andare meglio per Syracuse. A partire dalla pesca che diviene molto più consistente. Il pescatore però non riuscirà a tenere a lungo nascosta la presenza di Ondine e le conseguenze non si faranno attendere.

 Ondine
(2009) on IMDb

Regia di Neil Jordan. Un film Da vedere 1992 con Forest WhitakerStephen ReaMiranda RichardsonJaye DavidsonAdrian Dunbar. Titolo originale: The Crying Game. Genere Drammatico, – Gran Bretagna1992durata 112 minuti. Uscita cinema martedì 2 agosto 1994 distribuito da Lady Film. – MYmonetro 3,60 su 6 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Terrorista dell’IRA, tormentato dal rimorso per la morte di un soldato di colore inglese che teneva in ostaggio, rinuncia alla lotta e va a cercare la donna del defunto. Sorpresa. Praticamente il film è diviso in due parti e la seconda è quella che intriga, spiazza, sorprende, seduce. In sapiente equilibrio tra cinema d’azione e racconto psicologico, affidato alla rara arte di saper fare attendere lo spettatore, recitato benissimo, il film è un’originale esplorazione dell’Eros e una riflessione non scontata sulla violenza e il fanatismo nella lotta politica. Oscar a Jordan per la sceneggiatura e altre 5 candidature.

 La moglie del soldato
(1992) on IMDb
In Compagnia Dei Lupi: Amazon.it: Lansbury,Patterson, Lansbury,Patterson:  Film e TV

Regia di Neil Jordan. Un film Da vedere 1984 con Angela LansburySarah PattersonMicha BergeseGraham CrowdenDavid WarnerCast completo Titolo originale: The company of wolves. Genere Fantastico – Gran Bretagna1984durata 100 minuti. – MYmonetro 3,17 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Rosaleen, ragazzina inglese, sogna di lupi e di lupi mannari. Dal racconto di Angela Carter nel libro La camera di sangue (1979), da lei stessa sceneggiato con il regista. 2°, insolito film dello scrittore irlandese Jordan che ebbe un inaspettato successo per il suo erotismo allusivo, le qualità figurative, i bizzarri trucchi. Discontinuo, ma con sequenze di suggestiva intensità fantastica e onirica: è, in fondo, la favola di Cappuccetto Rosso in chiave orrorifica e psicoanalitica. Uno dei più stravaganti film britannici degli anni ’80. Per adulti intelligenti e bambini precoci. In precedenza la Carter aveva tratto dallo stesso racconto un radiodramma, trasmesso dalla BBC nel 1980.

 In compagnia dei lupi
(1984) on IMDb

Regia di Neil Jordan. Un film Da vedere 1994 con Brad PittTom CruiseKirsten DunstAntonio BanderasChristian SlaterStephen ReaCast completo Titolo originale: Interview with the Vampire; The Vampire Chronicles. Genere Horror, – USA1994durata 122 minuti. Uscita cinema venerdì 16 dicembre 1994 distribuito da Warner Bros Italia. – MYmonetro 3,83 su 2 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Dal primo volume di Vampire Chronicles di Anne Rice che ne ha curato l’adattamento. Storia di due vampiri americani di New Orleans cui s’aggiunge la piccola Claudia (Dunst): sono giovani, belli, omosessuali ma anche bisessuali o pedofili. Un’aura di maledettismo avvolge Lestat (Cruise), condannato da tre secoli a una giovinezza crudele e a un ininterrotto fiume di sangue. Dal 1791 gli è compagno il coetaneo Louis de Pointe de Lac (Pitt) che non sa e non vuole rinunciare a brandelli di umanità. È lui che nel 1991 fa a un giornalista il riepilogo di due secoli di peripezie e orrori. Prodotto di alto costo, realizzato con il concorso di un’agguerrita squadra di tecnici (scene: Dante Ferretti; fotografia: Philippe Rousselot; musica: Elliot Goldenthal), è l’8° film di Jordan: diseguale e ingorgato, troppo affastellato di temi e ossessioni, ora ripetitivo nella sua orgia di sangue e violenza, ora folgorante per ricchezza di invenzioni narrative e figurative, specialmente nel 2° tempo. La lunga sequenza del Théâtre des Vampires a Parigi è un colpo d’ala che trasporta nella sua dimensione fantastica di romanzo popolare un film inquinato da una sorta di malattia febbrile del sentimento poetico e drammatico. Meglio Pitt di Cruise, imposto dalla Rice. Generalmente apprezzato dalla critica europea più che da quella americana.

 Intervista col vampiro
(1994) on IMDb

Regia di Neil Jordan. Un film Da vedere 1996 con Julia RobertsAidan QuinnLiam NeesonAlan RickmanIan HartStephen ReaCast completo Genere Biografico, – Gran Bretagna1996durata 132 minuti. Uscita cinema venerdì 29 novembre 1996 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 – MYmonetro 3,23 su 5 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Sette anni della breve e ardente vita di Michael Collins (1891-1922), discusso eroe dell’indipendenza irlandese, ucciso in un’imboscata da altri irlandesi, bizzarro incrocio tra Primula Rossa e Peter Pan. Dall’inizio alla fine (dove Jordan cede alle pastoie del genere biografico e alle esigenze dell’alto costo), è un film di guerra, guerriglia, guerra civile, la più disperata e feroce delle guerre. Quella contro gli inglesi “dura da 700 anni”, dice Collins. E continua. Per l’afflato epico, il ritmo serrato, la statura dei personaggi è un big movie che vanta almeno due sequenze da great movie : la “notte dei dodici apostoli” in cui, per ordine di Collins, furono giustiziati all’alba una dozzina di informatori inglesi, e un episodio altrettanto storico, la strage nello stadio, compiuta dai tanks inglesi su una folla pacifica. Un certo Marx scrisse che gli uomini fanno la storia, ma non è mai quella che vogliono. L’irlandese Jordan lo conferma. Storicamente fazioso (in favore di Collins e contro De Valera) e troppo irlandese nelle omissioni. Leone d’oro a Venezia 1997 e Coppa Volpi a Neeson.

 Michael Collins
(1996) on IMDb