Category: Hugh Grant


Un film di Woody Allen. Con Woody Allen, Hugh Grant, Elaine May, Tracey Ullman, Michael Rapaport Titolo originale Small Time Crooks. Comico, Ratings: Kids, durata 94 min. – USA 2000. MYMONETRO Criminali da strapazzo * * * - - valutazione media: 3,14 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

A New York l’ex detenuto Ray convince l’amatissima consorte Frenchy, ex spogliarellista, a investire i risparmi nel finanziamento di un colpo ladresco (svaligiare una banca, con tre amici lestofanti balordi come lui, scavando un tunnel). Come copertura lei apre un negozio di biscotti. Il colpo fallisce, ma i biscotti di Frenchy fanno furore. L’improvvisa ricchezza rischia di mandare a monte il loro matrimonio. Dopo 3 tiepidi successi di cassetta, al suo 31° film W. Allen torna al comico (quasi) puro: una gag dietro l’altra, battute spiritose a raffica, situazioni buffonesche sull’orlo dell’inverosimiglianza. S’intrecciano imperfettamente, fino a un epilogo rasserenante, 3 storie: il quartetto dei balordi con la loro sgangherata impresa; l’analisi satirica dell’alta società pseudoculturale di Manhattan; il patetico sbandamento di una signora di mezza età, corteggiata da un giovane, avido e ipocrita mercante d’arte. La confezione farsesca cela un’altra parabola aguzza sul successo made in USA. La trovata di partenza è presa in prestito da I tre furfanti (1942) di L. Bacon, a sua volta di origine teatrale. Sbarazzarsene, come molti critici italiani hanno fatto, perché la trovata di partenza è presa in prestito da I soliti ignoti , appare un ingeneroso gesto di goffo sciovinismo. Per la 2ª volta la fotografia è del cinese Zhao Fei. Godibile e raro il contributo di Elaine May.

 Criminali da strapazzo
(2000) on IMDb

CHOPIN AMORE MIO - DVD 1991 Hugh Grant Judy DavisUn film di James Lapine. Con Mandy Patinkin, Julian Sands, Hugh Grant, Judy Davis. Titolo originale Impromptu. Storico, durata 109′ min. – Gran Bretagna 1990. MYMONETRO Chopin amore mio * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Il grande amore tra Amandine-Lucie-Aurore Dupin, in arte George Sand (1804-76) e Fryderyk Chopin (1810-49) raccontato in modo originale per libere associazioni di avvenimenti,personaggi, stati d’animo, non senza risvolti ironici e satirici sugli avvoltoi della cultura, e con echi bergmaniani di Sorrisi di una notte d’estate e il contorno di alcune superstar dell’Ottocento: Liszt, De Musset, Delacroix. J. Davis-Sand una testa sopra tutti. Esordio al cinema del regista teatrale J. Lapine su sceneggiatura della moglie Sarah Kernochan.

 Chopin amore mio
(1991) on IMDb
Sostituito link con versione doppio audio

Regia di Susanne Bier. Una serie Da vedere 2020 con Nicole KidmanHugh GrantNoah JupeDonald SutherlandIsmael Cruz CordovaCast completo Titolo originale: The Undoing. Genere Thriller – USA2020, – MYmonetro 3,33 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Grace e Jonathan Fraser sono una ricca coppia di Manhattan: vivono in un duplex sulla Quinta strada, hanno lavori qualificati (lei è psicoterapeuta, lui oncologo infantile), un figlio adolescenteche frequenta una prestigiosa scuola privata. Durante un incontro del comitato genitori della scuola, Grace rimane colpita da Elena, giovane donna d’estrazione popolare che si comporta in maniera poco consona all’alta società. Al termine di una serata di beneficienza, durante la quale Elena ha rivelato a Grace il proprio disagio esistenziale, la donna viene trovata morta, selvaggiamente uccisa a martellate. 

 The Undoing - Le verità non dette
(2020) on IMDb

Regia di Clint Eastwood. Un film Da vedere 2008 con Clint EastwoodBee VangAhney HerChristopher CarleyCory HardrictGeraldine HughesCast completo Genere Azione, – USA2008durata 116 minuti. Uscita cinema venerdì 13 marzo 2009 distribuito da Warner Bros Italia. – MYmoro 3,60 su 14 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Morta la moglie, Walter Kowalski – quasi 80enne reduce dalla guerra di Corea (1951-52), ex operaio della Ford – vive solo, con la cagna Daisy e una lussuosa auto Gran Torino modello 1972, da lui stesso assemblata, in un quartiere multietnico di Detroit, vicino di casa di una famiglia asiatica Hmong, perseguitata dai vietnamiti dopo il ritiro dei soldati USA. È cattolico, polacco di origine, malato ai polmoni, astioso contro tutti, patriota razzista, ma ancora capace di cambiare e di un ultimo atto d’amore. Scritto da Nick Schenk, non è solo, nella sua classica trasparenza, in linea con gli ultimi film di Eastwood (soprattutto Million Dollar Baby ), ma è ammirevole per la libertà con cui fa convivere la semplicità dello stile con la complessità dei temi, il pathos con l’ironia (e l’autoironia), la misantropia con lo spessore etico, l’odio con la tenerezza, la denuncia della violenza con il suo uso razionale, i rimorsi del passato con un filo di speranza nell’avvenire. Questo film che si apre e si chiude con un funerale fa riflettere sulla vecchiaia e la morte e rimane aperto alla vita e alla gioventù. Commuove senza sentimentalismi. Ricorre alle parolacce senza volgarità. Fa capire che la piccolezza umana può essere una grandezza. Fa aspettare lo spettatore con una sorta di suspense per poi sorprenderlo nel finale. L’esclusione dagli Oscar è un merito ma, come non capita spesso, non gli ha precluso il successo di pubblico. È un piccolo, grande film.

 Gran Torino
(2008) on IMDb

Regia di Simon Curtis. Un film Da vedere 2022 con Hugh BonnevilleLaura CarmichaelJim CarterBrendan CoyleJulian FellowesCast completo Titolo originale: Downton Abbey: A New Era. Genere Drammatico, – Gran Bretagna2022, Uscita cinema giovedì 28 aprile 2022 distribuito da Universal Pictures. Oggi tra i film al cinema in 5 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,57 su 20 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Violet Crowley, contessa di Grantham, riceve un’inaspettata eredità: un aristocratico francese le ha lasciato una villa in riva al mare, e Lady Violet decide a sua volta di girarne la proprietà alla nipote Sybbie. La moglie del conte francese vuole impugnare il testamento del defunto marito, ma buona parte della famiglia Crowley si trasferisce sulla Riviera su invito del figlio del conte, che invece è incline a rispettare la volontà del padre. Del resto è meglio che a Downton Abbey restino solo i domestici e Lady Mary, poiché all’interno della magione si girerà un film: e la servitù è molto eccitata dalla presenza di due divi del muto, Guy Dexter e Myrna Dalgleish. Il regista invece farà compagnia a Mary, il cui marito è ancora una volta ben lontano.

 Downton Abbey II - Una nuova era
(2022) on IMDb

Regia di Paul Weitz. Un film Da vedere 2006 con Hugh GrantDennis QuaidMandy MooreMarcia Gay HardenWillem DafoeChris KleinCast completo Genere Commedia – USA2006durata 107 minuti. Uscita cinema venerdì 9 giugno 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,04 su 17 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Passare da American Pie a questi sogni irrisi dalla fine gergale “z” è per Weitz un innegabile progresso. Film di struttura binaria con i 2 protagonisti che si incontrano verso la fine: l’uomo della Casa Bianca, ricalcato su Bush Jr. e Martin Tweed, conduttore di un reality show di enorme successo, modellato su Simon Cowell, del programma TV American Idol . Il primo è un idiota di buon cuore che comincia a dubitare della sua funzione e dei suoi consiglieri. Il secondo è intelligente e cinico nello sfruttare lo spettacolo della spazzatura con cui seduce una grande massa di vidioti, ma non privo di un malinconico odio per sé stesso. Due facce del potere sulle quali Weitz scherza; non sono però due personaggi caricaturali. È comprensibile che questa commedia noir non abbia avuto successo. Più che far ridere, spaventa. Attori bravissimi compreso Dafoe, burattinaio dell’uomo più potente del mondo, anch’egli ispirato a un personaggio reale: Dick Cheney.

 American Dreamz
(2006) on IMDb

locandinaUn film di Marc Lawrence [2]. Con Drew Barrymore, Hugh Grant, Brad Garrett, Kristen Johnston, Campbell Scott. Titolo originale Music And Lyrics. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 96 min. – USA 2007. – Warner Bros Italia uscita venerdì 23 febbraio 2007. MYMONETRO Scrivimi una canzone * * * - - valutazione media: 3,18 su 120 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Ad Alex Fletcher, una popstar degli anni ’80 ormai in declino, viene proposta un’occasione irrinunciabile: scrivere una canzone per Cora Corman, l’idolo del momento, e cantarla insieme a lei. Il sogno di un ritorno dignitoso sulle scene – dopo anni di esibizioni in alberghi e luna park di fronte a un pubblico di donne tutte grida e nostalgia – si smaterializza quando viene a sapere che il tempo a disposizione è risicato. Alex non è mai stato bravo con le parole e non scrive un brano da quindici anni. Proprio quando pensa di non potercela fare scopre che Sophie Fisher – una bizzarra annaffiatrice-supplente che gli entra in casa come un tornado – ha un dono particolare per le rime e la convince ad aiutarlo. Gli sforzi dei due daranno vita alla canzone “Way Back Into Love”, che li guiderà sulla strada dell’amore.
La commedia romantica di Marc Lawrence gioca con l’estetica degli anni ’80 e ridicolizza con affetto usi e costumi di un’epoca fortunata – grazie all’interpretazione spassosissima di Hugh Grant – per raccontare la storia di Alex (Grant) e Sophie (Drew Barrymore). L’alchimia tra i due attori è evidente; lo spirito e il fascino dell’uno si mescola al peculiare senso dell’umorismo dell’altra al punto che se fossero due elementi musicali sarebbero melodia e testo (come d’altronde sottolinea il titolo originale, Music and Lyrics). La melodia, come spiega la dolce paroliera, è l’attrazione che provi per una persona quando la incontri per la prima volta, il testo subentra quando la conosci meglio. Il videoclip iniziale dei Pop! – la band che diede il successo ad Alex – chiarisce subito l’intento del regista, che è quello di far divertire seguendo il classico schema della commedia a lieto fine. Intorno alle problematiche dei protagonisti principali – lui è una “meteora felice” che vive nel ricordo del passato, lei è stata derubata dell’identità divenendo suo malgrado protagonista del libro di successo di un suo ex – si muovono personaggi secondari che condiscono il film con ulteriore ilarità. C’è la sorella di Sophie, grande fan dei Pop!, c’è il manager di Alex e ovviamente c’è Cora Corman, la cantante sexy della generazione “bubblegum” che espone la sua spiritualità in balletti orgasmici. Il concerto finale ricicla la produzione del live di Linda Moon in Be Cool, che per certi versi – tolte le vesti da “thriller” – potrebbe essere un lontano parente di Scrivimi una canzone. View full article »

Un film di Howard Hawks. Con Marilyn Monroe, Charles Coburn, Ginger Rogers, Cary Grant, Hugh Marlowe. Titolo originale Monkey business. Commedia, b/n durata 97′ min. – USA 1952. MYMONETRO Il magnifico scherzo * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Ricercatore trova il siero della giovinezza. Una delle scimmie-cavia fa una mistura e la versa nel recipiente dell’acqua potabile. Ne beve lo scienziato che regredisce, imitato dalla moglie e da altri. Deliziosa commedia scritta da Ben Hecht, Charles Lederer e I.A.L. Diamond in cui si insinua abilmente il fascino che l’infantilismo e la regressione allo stato di natura esercitano sull’intelligenza. Grant e la Rogers mirabili. La sotterranea carica erotica aggalla nella scena in cui Coburn insegue la Monroe con un sifone di seltz. View full article »

Risultati immagini per maurice 1987Regia di James Ivory. Un film Da vedere 1987 con Denholm ElliottHugh GrantJames WilbyHelena Bonham CarterRupert GravesCast completoTitolo originale: Maurice. Genere Drammatico – Gran Bretagna1987durata 140 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 – MYmonetro 3,86 su 10 recensioni tra criticapubblico e dizionari.
Dal romanzo (postumo) di E.M. Forster. Due compagni di università si innamorano tra di loro. Dopo la scuola, uno, timoroso della dura morale vittoriana, si sposa e cerca di dimenticare il suo passato omosessuale. Per l’altro è più difficile. Dopo essersi tormentato a lungo, finisce per accettare la propria identità sessuale. Ivory soddisfa la sua ambizione di portare in cinema il romanzo “proibito” di Forster, ma la tematica ormai suona un tantino scontata (dopo molti film sull’argomento). View full article »

Locandina Luna di fieleUn film di Roman Polanski. Con Kristin Scott ThomasPeter CoyoteHugh GrantEmmanuelle SeignerVictor Banerjee Titolo originale Bitter MoonDrammaticodurata 139 min. – Francia, Gran Bretagna 1992MYMONETRO Luna di fiele * * * - - valutazione media: 3,33 su 22 recensioni di critica, pubblico e dizionari
Dal romanzo di Pascal Brukner. Due coppie si incontrano su una nave in crociera per l’India: Nigel e Fiona, Oscar e Mimì. Nigel è un manager piuttosto convenzionale; sua moglie sembrerebbe la sua perfetta omologa, almeno in apparenza. Oscar è su una sedia a rotelle: è un cinico e depravato scrittore americano fallito che vive a Parigi. Mimì è bellissima, parigina e magica, fa sparire le altre donne. Oscar si accorge che Nigel mira a sua moglie e lo incoraggia, ma “in cambio” dovrà ascoltare tutta la sua storia, come fosse un analista. View full article »

Risultati immagini per Quattro Matrimoni e un FuneraleUn film di Mike Newell. Con Hugh Grant, Andie MacDowell, Simon Gallow, John Hannah, Kristin Scott Thomas. Titolo originale Four Weddings and a Funeral. Commedia, durata 117′ min. – Gran Bretagna 1994. MYMONETRO Quattro matrimoni e un funerale * * * 1/2 - valutazione media: 3,58 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Un impenitente single trentenne non ce la fa a essere puntuale, nemmeno ai matrimoni dei suoi migliori amici. Perde la testa per un’americana, incontrata proprio a una cerimonia, che, però, sposa un ricco scozzese. Scritta da Richard Curtis, è una commedia gradevole e leggera con dialoghi spiritosi, attori impeccabili, ritmo agile, che mescola furbizia e ruffianeria in ugual dose. È _ con Full Monty _ il film britannico di maggiore successo internazionale dell’ultimo ventennio del secolo: più di 130 milioni di dollari. Fece di H. Grant un divo e in Inghilterra un best seller di un libretto di poesie amorose di W.H. Auden, una delle quali è recitata nel film da J. Hannah. View full article »