Category: Mann Delbert


Risultati immagini per Marty, Vita di un TimidUn film di Delbert Mann. Con Ernest Borgnine, Karen Steele, Betsy Blair, Joe Mantell. Titolo originale Marty. Commedia, Ratings: Kids+16, b/n durata 91′ min. – USA 1955. MYMONETRO Marty, vita di un timido * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Da un sabato a una domenica sera, nel Bronx, un uomo e una donna s’incontrano, si parlano, si innamorano. Lui è un macellaio, brutto e grasso, lei una maestrina non più giovanissima. Scritto da Paddy Chayefsky, ha il respiro narrativo di un racconto e le sue origini televisive sono evidenti. Un film senza grossi drammi, senza psicanalisi, che narra una realtà che diventa verità. È il primo dei teledrammi che verso la metà degli anni ’50 furono rifatti a basso costo per il cinema, portando una ventata d’aria fresca nel cinema hollywoodiano. Anche se oggi la sua novità è difficilmente riconoscibile, grande fu la sua importanza storica. Ebbe 7 candidature agli Oscar, vincendone 4: miglior film, regia, sceneggiatura e Borgnine. Palma d’oro a Cannes.

Marty (1955) on IMDb

Una luce nel buio è un film di genere drammatico, family, storico del 1984, diretto da Delbert Mann, con Timothy Bottoms e Susan Dey. Durata 99 minuti.

Una luce nel buio, film diretto da Delbert Mann, segue le vicende di Morris Frank (Timothy Bottoms), un ex pugile che, in seguito a un brutto incidente, è rimasto irreversibilmente cieco. Sebbene non sia più in grado di fare nemmeno le più piccole cose da solo, l’uomo non vuole rinunciare alla sua autonomia. Quando sembra aver perso tutte le speranze, però, viene a conoscenza di un nuovo progetto innovativo in Europa per i non vedenti: una sorta di scuola che addestra cani guida per accompagnare individui affetti da cecità.
È così che Frank decide di provarci e ottiene un amico a quattro zampe che lo accompagni nella sua quotidianità e, soprattutto, durante i suoi allenamenti. Tuttavia scopre ben presto che l’animale non può entrare ovunque: niente trasporti o edifici pubblici, e tantomeno aziende. Furioso per queste regole ingiuste, l’uomo farà di tutto per far sentire la sua voce e difendere i suoi diritti. Riuscirà nell’impresa?

Love Leads the Way: A True Story (1984) on IMDb
Locandina Niente di nuovo sul fronte occidentale

Un film di Delbert Mann. Con Richard Thomas, Ernest Borgnine, Patricia Neal Titolo originale All Quiet on the Western Front. Guerra, Ratings: Kids+16, durata 150 min. – USA 1979. MYMONETRO Niente di nuovo sul fronte occidentale * * 1/2 - - valutazione media: 2,93 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un giovane tedesco s’arruola volontario nella prima guerra mondiale, infiammato dalle sparate retoriche del suo professore. Scoprirà al fronte che la guerra non ha niente di bello e di glorioso: è solo fango, morte, paura. Morirà anche lui, l’ultimo giorno del conflitto. Nuova versione del libro di Erich Maria Remarque che già era stato portato sullo schermo da Lewis Milestone nel 1930.

All Quiet on the Western Front (1979) on IMDb

Amore ritorna! (1961) - Film - Movieplayer.itUn film di Delbert Mann. Con Rock Hudson, Jack Oakie, Doris Day, Edie Adams, Tony Randall. Titolo originale Lover Come Back. Commedia, durata 107′ min. – USA 1961. MYMONETRO Amore ritorna * * * - - valutazione media: 3,25 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Direttore di agenzia pubblicitaria entra in collisione con una concorrente nubile, energica, graziosa e simpatica. Tra un bisticcio e l’altro le fa una corte assidua. Farsa satirica sul mondo della pubblicità travestita da commedia romantica. Ritmo agile, dialoghi aguzzi, happy end.

 Amore, ritorna!
(1961) on IMDb
Fuga nella notte - Film (1982)

Un film di Delbert Mann. Con John Hurt, Beau Bridges, Jane Alexander, Ian Bannen Titolo originale Night Crossing. Drammatico, durata 106 min. – USA 1981. MYMONETRO Fuga nella notte * * - - -valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La storia vera delle famiglie Wetzel e Strelzyck che nel 1979 riuscirono a varcare il confine fra le due Germanie in aerostato. Disney dice la sua sul muro di Berlino. Una pattuglia di ottimi attori gli “asciuga” (in parte) una storia anche troppo sciropposa (benché autentica).