Category: Keanu Reeves


Poster Thumbsucker - Il succhiapollice

Un film di Mike Mills. Con Lou Taylor PucciTilda SwintonVincent D’OnofrioKelli GarnerKeanu Reeves. continua» Titolo originale ThumbsuckerDrammaticodurata 96 min. – USA 2005uscita venerdì 23 giugno 2006. MYMONETRO Thumbsucker – Il succhiapollice **1/2-- valutazione media: 2,81 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Diciassettenne problematico e introverso, Justin ha conservato il vezzo infantile di succhiarsi il pollice come risposta alle difficoltà nella vita di relazione e scolastica. Tra genitori insicuri che temono di invecchiare troppo presto ed un dentista-guro che preferisce la psicoanalisi all’ortodonzia, il ragazzo dovrà faticare non poco per acquistare fiducia in sè stesso e scegliere liberamente del proprio futuro.Commedia di formazione fuori dagli schemi che annovera una galleria di personaggi tutti a loro modo disadattati, quella di Mike Mills è un’incursione divertita e sarcastica sullo spaesamento e l’egocentrismo di un modello culturale e familiare che ha perso decisamente di vista il proprio ruolo, abdicando all’educazione della prole a favore di una generica ed confusa adesione ad un conformismo superficiale ed irresponsabile, in un vuoto di valori che bisogna di volta in volta riempire con una nuova ed irresoluta dipendenza. 

Regia di Lana Wachowski. Un film con Keanu ReevesCarrie-Anne MossYahya Abdul-Mateen IIJessica HenwickJonathan GroffCast completo Titolo originale: The Matrix Resurrections. Genere FantascienzaAzione, – USA2021durata 148 minuti. Uscita cinema sabato 1 gennaio 2022 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 113 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 2,60 su 18 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

All’interno di una simulazione realizzata perché un programma impari da se stesso, l’hacker Bugs osserva un rifacimento della fuga di Trinity dalla polizia e dagli agenti dopo una telefonata. Quindi finisce inseguita a sua volta, ma uno degli agenti è in realtà un nuovo Morpheus, programmato come tale da Thomas Anderson ma che ha assunto vita propria. Thomas è l’autore della trilogia videoludica di grande successo di “Matrix” e ora gli viene chiesto dalla compagnia per cui lavora, ossia la Warner Bros, di realizzare un nuovo capitolo e di trovare un’idea tanto buona quanto il “bullet time”. Il suo solo vero interesse però è Tiffany, che vede spesso nel bar sotto l’ufficio, dove lei si serve insieme ai tre figli e al marito. Tiffany somiglia moltissimo alla Trinity del suo videogame, ma la loro sembra una storia d’amore impossibile finché… Morpheus non appare a Thomas offrendogli una pillola rossa.

Regia di Francis Ford Coppola. Un film Da vedere 1992 con Gary OldmanWinona RyderAnthony HopkinsKeanu ReevesCary ElwesBilly CampbellCast completo Titolo originale: Dracula. Genere Horror – USA1992durata 128 minuti. – MYmonetro 4,27 su 6 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Nel 1480 Vlad Drakul, feroce paladino dell’Europa cristiana contro i turchi invasori, maledice Dio e diventa un vampiro dopo che sua moglie muore suicida, credendo che lui sia morto in battaglia. Nel 1897 a Londra Dracula vede in Mina Murray la reincarnazione della consorte e per amore si rifiuta di farne una sua simile, ma lei, innamorata, beve il suo sangue. In Romania i due si riuniscono. Ridotto a un mostro, Dracula le chiede di dargli pace. Lei obbedisce. Su una sceneggiatura di James Hart – che attinge anche da The Annotated Dracula di Leonard Wolf – e con almeno 40 milioni di dollari della Columbia Tristar (Sony) a disposizione, Coppola dà una struttura epica, romantica e luciferina al personaggio, e continua il suo lavoro di sperimentazione stilistica con una serie di invenzioni narrative, tecniche, cromatiche, figurative. Incorpora nel film la dimensione diaristica del libro. Fa subire a Gary Oldman numerose metamorfosi zoologiche o diaboliche. Ricorre soltanto a effetti speciali di carattere fotografico (e non computerizzato). Fa una puntigliosa ricostruzione della Londra vittoriana del 1897 con qualche civetteria e almeno un anacronismo storico (la sequenza del cinematografo). Riempie il film di rimandi al romanticismo e al simbolismo pittorico dell’Ottocento con curiose escursioni orientaleggianti (i costumi della giapponese Eiko Ishiota), ed espliciti agganci alla più raffinata grafica del fumetto, oscillando dal poetico al ridicolo involontario, dal gratuito al grossolano. È un film senza stile perché ne insegue troppi. È il Dracula di Winona Ryder: la bella parte è la sua, non quella di Oldman, troppo coperto dai trucchi e dai travestimenti. 3 Oscar: costumi, trucco, montaggio della colonna sonora.