Archive for Luglio, 2022


l Trono di Spade (Game of Thrones) è una serie televisiva statunitense di genere fantastico creata da David Benioff e D. B. Weiss, trasmessa dal 17 aprile 2011 al 19 maggio 2019 sul canale via cavo HBO per 73 episodi in otto stagioni. È nata come adattamento televisivo del ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) di George R. R. Martin

La serie racconta le avventure di molti personaggi ed è ambientata in un grande mondo immaginario costituito principalmente dal continente Occidentale (Westeros) e da quello Orientale (Essos). Il centro più grande e civilizzato del continente Occidentale è la città capitale Approdo del Re, dove si trova il Trono di Spade dei Sette Regni. La lotta per la conquista del trono porta le più potenti e nobili famiglie del continente a scontrarsi o allearsi tra loro in un contorto gioco di potere, che coinvolge anche l’ultima discendente della dinastia regnante deposta. Gli intrighi politici, economici e religiosi dei nobili lasciano la popolazione nella povertà e nel degrado, mentre il mondo viene minacciato dall’arrivo di un inverno diverso dai precedenti, che risveglia creature leggendarie dimenticate e fa emergere forze oscure e magiche.

 Il trono di spade
(2011) on IMDb

Photobucket Pictures, Images and PhotosUn film di Joseph L. Mankiewicz. Con Linda Darnell, Ann Sothern, Jeanne Crain, Paul Douglas Titolo originale A Letter to Three Wives. Commedia, Ratings: Kids+16, b/n durata 103′ min. – USA 1949. MYMONETRO Lettera a tre mogli * * * - - valutazione media: 3,17 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Da un romanzo di John Klempner, sceneggiato dal regista. Eva Ross (che nel film non compare mai) spedisce alle sue tre migliori amiche una lettera cumulativa in cui annuncia che lascerà definitivamente la città portando con sé uno dei loro mariti. Un quadro di provincia americana descritta con una geniale cura dei particolari e con un saporoso gusto dell’humour che ammorbidisce la polemica di costume. 2 Oscar a Mankiewicz come regista e sceneggiatore; quello del miglior film toccò a Tutti gli uomini del re

 Lettera a tre mogli
(1949) on IMDb

La signora di Shanghai - Film (1947)Un film di Orson Welles. Con Everett Sloane, Rita Hayworth, Orson Welles, Glenn Anders, Ted De Corsia. Titolo originale The Lady from Shanghai. Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 87′ min. – USA 1948. MYMONETRO La signora di Shangai * * * - - valutazione media: 3,25 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Michael O’Hara (Welles), marinaio irlandese, salva Mrs. Elsa Bannister (Hayworth) da un’aggressione in Central Park a New York e viene ingaggiato dal suo zoppo marito (Sloane), avvocato di gran nome, perché li porti – lui, la moglie e il suo socio in affari (Anders) – su uno yacht a San Francisco con tappa ad Acapulco. Il buon O’Hara si accorge presto di essere capitato in un nido di vipere e di squali, il peggiore dei quali è proprio lei, l’angelo biondo dal cuore nerissimo. Tratto dal romanzo If I Die Before I Wake di Sherwood King e girato nel 1946, fu tenuto in magazzino per 2 anni da Harry Cohn, ras della Columbia, scandalizzato e sconvolto da quel che Welles aveva combinato ai danni della star n. 1 della sua scuderia. Difficile da classificare, il film spiazzò critici e pubblico. La materia è da film noir, a mezza strada tra Gilda e Il mistero del falco , ma con bizzarre e sardoniche anticipazioni di Il tesoro dell’Africa di Huston. Fecero impressione alcune sequenze che lo resero un cult movie : il corteggiamento nell’acquario, il teatro cinese, il taboga, la sparatoria finale nella sala degli specchi. Il barocchismo stilistico di Welles conferma quali e quanti fossero i debiti del noir hollywoodiano con l’espressionismo. Ridotta R. Hayworth a una statua di ghiaccio e piuttosto debole il marinaio O’Hara, l’attore che domina il film è E. Sloane. Fu girato a bordo dello yacht Zaca di Errol Flynn, che seguì la lavorazione. La sua vera storia fu raccontata nel 1976 dal regista William Castle, che aveva avuto per primo l’idea di filmare il romanzo di King.

 La signora di Shanghai
(1947) on IMDb

Pixar Animation Studios, o semplicemente Pixar, è una casa di produzione cinematografica statunitense specializzata in animazione digitale, con base a EmeryvilleCalifornia.

Nata come un reparto d’animazione della Lucasfilm, è stata resa indipendente e rinominata Pixar nel 1986 e dal 2006 appartiene a The Walt Disney Company. È stata la prima casa cinematografica ad aver sviluppato un lungometraggio interamente in computer grafica (Toy Story, 1995), e ha festeggiato nel 2021 i trentacinque anni di attività.

La casa dei fantasmi. Restaurato in HD. Collector's Edition con Poster (2  DVD) - DVD - Film di William Castle Fantastico | IBSUn film di William Castle. Con Vincent Price, Alan Marshall Titolo originale House on Haunted Hill. Horror, b/n durata 75 min. – USA 1958. MYMONETRO La casa dei fantasmi * * -- - valutazione media: 2,40 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.


Loren, eccentrico proprietario di un castello isolato, offre una forte somma a chi trascorrerà un’intera notte in casa sua. Accettano due giovani bisognosi di denaro, una anziana giornalista in cerca di notizie e uno psicologo. Sarà una lunga notte di terrore: Loren è un pazzo omicida. All’alba si conteranno i morti.

 La casa dei fantasmi
(1959) on IMDb
Film Notre Dame de Paris. Live Arena di Verona Armado Gilles
Regia: Armado Gilles Interpreti: Gio Di Tonno, Lola Ponce Paese: Italia  Anno: 2002
 

Notre-Dame de Paris narra la storia di Quasimodo, il campanaro gobbo della cattedrale di Notre-Dame e del suo amore impossibile e tragico per Esmeralda, una bella gitana.Un amore condannato dall’ingiustizia e dall’ipocrisia. Quasimodo costretto dalla sua bruttezza a guardare il mondo dall’alto di una torre un giorno si innamora perdutamente di Esmeralda che vede ballare e cantare sulla piazza davanti alla cattedrale. Ma Esmeralda è innamorata di Febo, il bel capitano delle guardie del Re. Febo è fidanzato di Fiordaliso, una giovane e ricca borghese, ma la bellezza esotica e sensuale della gitana non lascia indifferente l’uomo che da subito se ne invaghisce.

Risultati immagini per Il Manoscritto del PrincipeUn film di Roberto Andò. Con Michel BouquetJeanne MoreauLaurent TerzieffPaolo BrigugliaGiorgio Lupano.  Biograficodurata 90 min. – Italia 2000MYMONETRO Il manoscritto del principe * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
La storia de Il Gattopardo, il romanzo del principe Giuseppe Tomasi di Lampedusa, capolavoro della nostra letteratura del novecento, bocciato in prima istanza nientemeno che da Vittorini. La figura del principe emerge attraverso il rapporto fra due suoi allievi, un borghese ricco e uno… solo dotato. Davvero accattivante e preziosa la ricostruzione del quotidiano del principe, costretto a vendere gioielli di famiglia per sopravvivere. Coraggiosi anche molti dialoghi in chiave squisitamente accademica: Lampedusa era uno dei massimi esperti di letteratura inglese. Gradito, da sostenere

 Il manoscritto del principe
(2000) on IMDb

Regia di Roberto Benigni. Un film con Roberto BenigniNicoletta BraschiPaolo BonacelliFranco VolpiIvano MarescottiCast completo Genere Comico – Italia1991durata 117 minuti. – MYmonetro 3,31 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Dante, autista di uno scuolabus per bambini down, non sa di essere sosia di Johnny Stecchino, mafioso siculo pentito barricato in casa per paura di essere ucciso. Dante conosce Maria, la donna di Stecchino, s’innamora e, convinto di essere ricambiato, la segue in Sicilia dove rischia di essere eliminato. I difetti di questo 4° film di Benigni regista sono tanti, ma è una commedia degli equivoci – scritta dallo stesso Benigni con Cerami soprattutto per far ridere – di una buffoneria irresistibile e una storia d’amore tenera e candida che non cade mai nel sentimentalismo.

 Johnny Stecchino
(1991) on IMDb

Regia di Roberto Benigni. Un film con Roberto BenigniNicoletta BraschiJean Reno, Gianfranco Varetto, Tom WaitsEmilia FoxCast completo Genere Commedia, – Italia2005durata 118 minuti. Uscita cinema venerdì 14 ottobre 2005 distribuito da 01 Distribution. – MYmonetro 3,09 su 38 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Roma, marzo 2003. Poeta in proprio (ha da poco pubblicato La tigre e la neve ), Attilio Di Giovanni insegna poesia all’università. Separato dalla moglie, ha due figlie che vede spesso, e ama perdutamente Vittoria, che sta scrivendo un libro su Fuad, poeta persiano. Quando, dopo un lungo esilio, Fuad rientra a Baghdad, la donna lo segue e rimane ferita in un bombardamento. Sbarcato fortunosamente a Baghdad, Attilio la trova in coma in un ospedale e le procura le medicine, ma non fa in tempo a vederne la guarigione perché imprigionato dagli americani. Liberato, Attilio torna a Roma e ritrova Vittoria… Distribuite 800 copie nell’ottobre 2005: mezzo successo d’incassi, fiasco critico con poche eccezioni generose. Girato a Roma e in Tunisia. Citati 16 poeti (più Stanislavskij e Lévi-Strauss). È sbagliato l’8° film di Benigni regista e il difetto è di struttura, di sceneggiatura (V. Cerami e Benigni). Perché la rivelazione nel sottofinale che sottrae senso al comportamento di Attilio? Il suicidio di Fuad è giustapposto e i personaggi di contorno senza nerbo. Il meglio della strepitosa buffoneria di Benigni è nella parte centrale di Baghdad dove l’eccesso di narcisismo attoriale e di ridondante fiducia nei temi alti (l’amore e la poesia possono salvare l’uomo) cedono il posto a concrete invenzioni comiche. Anche l’apporto musicale di Nicola Piovani e di Tom Waits (che canta “You Can Never Hold Back the Spring”) è di maniera. Prodotto da Elda Ferri e N. Braschi.

 La tigre e la neve
(2005) on IMDb

Regia di Roberto Bontà Polito. Un film con Alessandro D’AmbrosiLaura SinceriGianni CapaldiNoemi GiangrandeRosaria De Cicco. Genere Horror, – Italia2014durata 87 minuti. Uscita cinema giovedì 16 aprile 2015 distribuito da Vargo. Consigli per la visione di bambini e ragazzi.

In un paesino della provincia di Benevento, San Lupo, da un po’ di tempo spariscono i bambini. La polizia crede si tratti di un pedofilo ma la gente del paese ha paura che a portare via i loro figli sia la Janara, una strega. Esiste infatti un’ antica leggenda su una Janara messa al rogo mentre era incinta, la quale avrebbe maledetto gli abitanti del paese e la loro prole.
Marta e Alessandro sono una giovane coppia che aspetta un figlio da poche settimane. Arrivano a San Lupo per delle questioni testamentarie legate alla morte del nonno di lei e si trovano invischiati in una faccenda dai contorni sempre più macabri. Mentre l’ennesima sparizione fa scoppiare una psicosi nel paese, Marta capisce che il suo legame con la leggenda della Janara è tutt’altro che lontano. La voglia di scappare via è grande, ma è forte anche il desiderio di fermare questo spirito che si impossessa del bene più prezioso delle famiglie. Per farlo però, dovrà mettere in gioco la sua vita e quella del bambino che porta in grembo.

 Janara
(2015) on IMDb

Regia di Roberto Faenza. Un film Da vedere 1993 con Juliet AubreyJean-Hugues AngladeJenner Del VecchioFrancesca De Sapio. Genere Drammatico – ItaliaFrancia1993durata 100 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,22 su 5 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Tratto da Anni d’infanzia (1977) di Jona Oberski, fisico nucleare, è la storia di un bambino olandese di quattro anni, arrestato nel 1942 dai tedeschi e deportato a Bergen-Belsen dove gli muore il padre. Perde la madre nel 1945, subito dopo la liberazione. Il piccolo Jona è adottato da una coppia di olandesi che con lui dovranno patire non poco. Fedele al libro, Faenza (1943) adotta l’ottica del suo piccolo protagonista, lo sguardo inconsapevole dell’infanzia che dell’atroce realtà che lo circonda coglie soltanto alcuni particolari. Non a caso nella seconda parte quando Jona ha sette anni, il film cambia stile perché lo sguardo s’è fatto più adulto. Film sulla tenacia dell’amore: semplice, asciutto, intenso senza concessioni al dolorismo né al sensazionalismo. Premio Efebo d’oro di Agrigento.

 Jona che visse nella balena
(1993) on IMDb

Regia di Andrew Davis. Un film con Gary BuseyPatrick O’NealTommy Lee JonesSteven SeagalColm MeaneyNick MancusoCast completo Titolo originale: Under Siege. Genere Avventura – USA1992durata 103 minuti. – MYmonetro 2,56 su 2 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Trenta uomini, guidati da un ufficiale fellone e da un ex agente della CIA, s’impadroniscono di una corazzata americana per dirottarla e trafugare il suo arsenale nucleare. Devono fare i conti con il cuoco, ex eroe del Vietnam. Scontata la madornale inattendibilità delle premesse, è un film d’azione di rozza efficacia: anche qui la tecnica tiene a galla tutto, impedendo spesso il ridicolo involontario e la scempiaggine più bieca. Seguito da Trappola sulle montagne rocciose .

 Trappola in alto mare
(1992) on IMDb

Regia di Roberto Dordit. Un film con Claudio SantamariaFabrizia SacchiMichela NoonanDiego RibonEmilio De MarchiCast completo Genere Drammatico, – Italia2005durata 93 minuti. Uscita cinema venerdì 16 febbraio 2007 distribuito da Cinecittà Luce. – MYmonetro 3,40 su 10 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

1° film a soggetto del documentarista veneziano Dordit che l’ha scritto con Serena Brugnolo, prodotto da Indigo e Rai Cinema con un articolo 28 (sovvenzioni statali), ha impiegato 3 anni a trovare accesso nel mercato delle sale, distribuito dal Luce. Sulla tela di fondo del ricco Nordest (lavoro sporco nelle concerie, manodopera di immigrati invisibili, morti bianche, soprusi di imprenditori senza scrupoli), la storia fa capo, in cadenze di investigazione, a un giornalista sportivo che sospetta retroscena loschi nella morte di un amico e al ragazzino Leo, inchiodato in un preoccupante autismo, che potrebbe essere l’unico testimone in grado di portare alla verità. Secondo F. Scott Fitzgerald, tutto lo scrivere è un nuotare sott’acqua e trattenere il fiato. Dordit “scrive” soltanto benino. Quando non scade nel bozzettismo, fatica a tenere insieme figure maggiori e minori. Speriamo che trovi il modo e i mezzi per un secondo film. Abbinato in sala al corto (14′) Trevirgolaottantasette di Valerio Mastandrea.

 Apnea
(2005) on IMDb

Regia di Roberto Faenza. Un film Da vedere 2005 con Luca ZingarettiAlessia GoriaCorrado FortunaGiovanna BozzoloFrancesco FotiCast completo Genere Drammatico – Italia2005durata 90 minuti. Uscita cinema venerdì 21 gennaio 2005Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,22 su 11 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Palermo, 15 settembre 1993: un colpo di pistola lascia agonizzante, nel giorno del suo 56° compleanno, il siciliano don Pino Puglisi, parroco di san Gaetano, che guardando negli occhi il suo assassino mafioso gli dice: “Vi aspettavo”. Con una sceneggiatura, firmata, oltre al suo, da 5 nomi (G. Arduini, G. Maia, D. Gentili, F. Gentili, C. Del Bello), sintomo di una preparazione tormentata, dopo Marianna Ucrìa Faenza torna in Sicilia, non più terra di bellezza ma di criminalità organizzata che compenetra una società rassegnata, in bilico tra complicità, paura e disperazione. Film disadorno che lascia parlare i fatti, cronaca di una morte annunciata, quella di un prete che toglie i bambini dalla strada affinché non diventino i futuri manovali al servizio di padroni mafiosi. Aiutata dalla presenza di un attore come Zingaretti, la cinepresa spia la coscienza intrepida e presaga di un sacerdote abbandonato anche dai suoi superiori. Qui, però, Faenza si fa un po’ troppo reticente. È una morte che non lascia segni visibili. Se esistono sono sotterranei, in attesa di emergere, anche nella realtà, alla luce del sole. 49° Premio S. Fedele 2005.

 Alla luce del sole
(2005) on IMDb

Regia di Roberto De Paolis. Un film Da vedere 2017 con Selene CaramazzaSimone LiberatiBarbora BobulovaStefano FresiEdoardo PesceCast completo Genere Drammatico, – Italia2017durata 114 minuti. Uscita cinema mercoledì 24 maggio 2017 distribuito da Cinema. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 3,56 su 8 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Agnese compie i diciotto anni mentre vive con una madre molto devota e frequenta la parrocchia locale dove sta per compiere una promessa di castità fino al giorno delle nozze. Stefano ha venticinque anni, un passato difficile e un presente in cui deve cercare di conservare l’incarico di custode di un parcheggio che confina con un campo rom. La sua famiglia sta per essere sfrattata e ha bisogno del suo aiuto. Il loro incontro farà nascere un sentimento speciale che implica delle scelte importanti, in particolare per Agnese.

 Cuori puri
(2017) on IMDb

Regia di Roberto Faenza. Un film con Margherita BuyLuca ZingarettiGoran BregovicAlessia GoriaFausto Maria SciarappaCast completo Genere Drammatico – Italia2005durata 96 minuti. Uscita cinema venerdì 16 settembre 2005 – MYmonetro 2,81 su 18 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

A Torino Carla – 35 anni, traduttrice, madre dei piccoli Gianni e Ilaria – è moglie ignara e felice dell’ingegnere Mario che una sera, improvvisamente, la lascia e se ne va a stare con una donna di dieci anni più giovane di lei. Disperazione, depressione, disgregazione, finché con l’aiuto di un vicino di casa riapre gli occhi. È il caso raro di un film sbagliato, dissonante, goffo, al servizio di un’attrice che si “butta fuori” con tale angosciata intensità da dare a tratti l’impressione di stare interpretando un proprio dramma personale. Fischiato a Venezia 2005 dov’era in concorso, è il frutto di una contraddizione difficile da analizzare se non per indizi esterni. Come se Faenza, innamorato perso del romanzo (2002) di Elena Ferrante, difficile da adattare perché a focalizzazione interna, avesse fatto d’impulso una duplice scommessa, con sé stesso e col pubblico, ma si fosse poi trovato a mal partito. Non a caso la sceneggiatura è firmata da lui e da 7 collaboratori fra cui 3 donne. Musiche di Goran Bregovic con la canzone del titolo scritta e interpretata da Carmen Consoli.

 I giorni dell'abbandono
(2005) on IMDb

Star Trek: Short Treks, nota nel fandom anche con la sigla ST,[1] è una serie televisiva antologica creata da Bryan Fuller e Alex Kurtzman per CBS All Access (in seguito ribattezzata Paramount+). Originariamente pensata come serie affiancata a Star Trek: Discovery, composta da cortometraggi che utilizzano i set e i personaggi di Discovery e di altre serie attuali di Star Trek, quali Picard e Strange New Worlds. I cortometraggi durano tra i 10 e i 20 minuti.

Ogni episodio di Star Trek: Short Treks racconta una storia autoconclusiva a sé stante che serve come “opportunità per approfondire la narrazione, i personaggi e i temi chiave di Star Trek: Discovery e dell’universo espanso di Star Trek

 Star Trek: Short Treks
(2018) on IMDb
Cancellano dopo pochissimo, ricarico su richiesta

The Man in the High Castle è una serie televisiva statunitense prodotta da Amazon Studios

L’adattamento per il piccolo schermo dell’omonimo romanzo di Philip K. Dick, che, ambientato nel 1962, racconta di un mondo in cui i tedeschi nazisti e i giapponesi hanno vinto la seconda guerra mondiale e hanno occupato gli Stati Uniti.

 The Man In The High Castle
(2013) on IMDb

Regia di Roman Polanski. Un film Da vedere 1968 con Mia FarrowJohn CassavetesRuth GordonSidney BlackmerMaurice EvansRalph BellamyCast completo Titolo originale: Rosemary’s Baby. Genere Fantastico – USA1968durata 136 minuti. – MYmonetro 3,92 su 3 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Rosemary Woodhouse (Farrow) sospetta una congiura demoniaca contro la creatura che porta in grembo, organizzata con la complicità del marito attore (Cassavetes) dagli arzilli Castevet (Gordon e Blackmer), coinquilini-stregoni mimetizzati negli abiti della borghesia di New York. Realtà o psicosi? Il polacco R. Polanski – al suo 1° film made in USA dopo 3 britannici – affascinato dal senso di mistero che serpeggia nel romanzo di Ira Levin, ne cava un memorabile esempio di cinema della minaccia e ripropone il tema dell’ambiguità fino a farne la struttura portante della narrazione. È “un incubo cinematografico dove la possibilità di orientarsi tra fantastico e reale è persa sempre, mentre resta a dominare la scena la sensazione di angoscia ridotta al grado zero e perciò ancor più inquietante” (S. Rulli). Oscar per R. Gordon. Prodotto da William Castle per la Paramount, nel 1976 ebbe un seguito TV di nessun interesse.

 Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York
(1968) on IMDb

Regia di Joe RussoAnthony Russo. Un film con Ryan GoslingChris EvansAna de ArmasRegé-Jean PageJessica HenwickCast completo Genere Thriller, – USA2022durata 122 minuti. Uscita cinema mercoledì 13 luglio 2022 distribuito da Lucky Red. Oggi tra i film al cinema in 5 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 2,95 su 12 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Sierra Six è un operativo che lavora per la CIA in missioni sotto copertura, un assassino impiegato a togliere di torno i bersagli ritenuti scomodi all’Agenzia. Condannato a decenni di carcere ancora in giovane età, è stato salvato dalla galera e addestrato a questo incarico dall’agente Donald Fitzroy, che però negli ultimi anni è stato marginalizzato dal rampante Denny Carmichael. Ora Sierra Six lavora per lui, che non apprezza il programma Sierra e infatti manda l’agente a eliminare un suo precursore, Sierra Four. Quest’ultimo però gli consegna una chiavetta USB contenente informazioni che possono compromettere Carmichael, il quale dà il via a una caccia all’uomo senza limiti contro Sierra Six, ingaggiando l’eccentrico e psicopatico Lloyd Hansen.

 The Gray Man
(2022) on IMDb