Archive for Settembre, 2022


Risultati immagini per X-Files

Una serie con David DuchovnyGillian AndersonMitch PileggiWilliam B. DavisNicholas LeaCast completo Titolo originale: The X-Files. Genere Thriller – USA1993, Valutazione: 4 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

The X-Files ha rappresentato una delle serie tv di culto degli anni 90. Nata dalla fantasia dello sceneggiatore Chris Carter, ha debuttato nel 1993 per poi concludersi nel 2002. Nel 2016, la serie è tornata in tv per due nuove stagioni ottenendo un discreto riscontro. Oltre al prodotto televisivo, The X-Files ha generato due film, due serie spin-off, libri, videogiochi e fumetti. Un fenomeno mediatico che, al culmine della sua popolarità fra il 1994 e il 1998, ha rappresentato un unicum nel panorama televisivo mondiale.

Le avventure degli agenti FBI Fox Mulder e Dana Scully, interpretati da David Duchovny e Gillian Anderson, sono riuscite a sdoganare la fantascienza in tv dopo anni di magra. Precursori delle ondate complottiste che, grazie a internet, sono tornate di gran moda hanno attinto da un immaginario smisurato dandogli nuova linfa. Nel corso della sua storia, The X-Files ha conquistato cinque Golden Globes e 16 Emmy Awards, trasformandosi in uno dei maggiori successi per la Fox. I suoi due protagonisti sono diventati personaggi noti anche a chi non avesse mai visto un episodio, vere figure iconiche del mondo della serialità. A distanza di alcuni anni, cerchiamo di analizzare attraverso la nostra recensione questo fenomeno televisivo e capire quanto davvero abbia inciso sul mondo televisivo.

 X-Files
(1993) on IMDb

Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Gene Hackman, Ed Harris, Laura Linney, Scott Glenn. Titolo originale Absolute Power. Thriller, durata 120′ min. – USA 1997. MYMONETRO Potere assoluto * * * - - valutazione media: 3,20 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Al presidente degli Stati Uniti non basta portarsi a letto la moglie del suo migliore amico e sostenitore, ma la picchia. Le guardie del corpo uccidono la donna prima che sia lei a uccidere il presidente. Da una cabina-armadio, attraverso uno specchio-spia, Luther Whitney, professionista del furto, assiste al fattaccio e fugge. Comincia la caccia al ladro. Scritto dal sagace William Goldman sulla base di un romanzo di David Baldacci, è “film politico, film familiare, film sul vedere non essendo visti, film sul potersi di nuovo dare a vedere, film epifanico, film minore persino troppo perfetto” (B. Fornara). A Whitney, che disegna in un museo, una donna chiede: «Lavora con le mani, vero?». Anche C. Eastwood è un regista inserito nella tradizione artigianale del cinema, abituato a fare film come si fa un mestiere: con le mani e con gli occhi.

 Potere assoluto
(1997) on IMDb

Regia di Gary Fleder. Un film con John CusackGene HackmanDustin HoffmanRachel WeiszBruce McGillJeremy PivenCast completo Titolo originale: Runaway jury. Genere Drammatico, – USA2003durata 127 minuti. Uscita cinema venerdì 30 gennaio 2004 distribuito da 20th Century Fox Italia. – MYmonetro 2,96 su 9 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

La vedova di un broker ucciso da un folle che ha compiuto una strage decide di citare in tribunale un’importante industria di armi e si fa rappresentare da Wendall Rohr (Hoffman), tenace avvocato che crede nel trionfo della giustizia. All’ombra di quello della controparte, invece, è stato posto Rankin Fitch (Hackman), corrotto e spregiudicato, ma rinomatissimo “consulente per giurie”. E mentre i due principi del foro si fanno la guerra, Nick Easter (Cusack), uno dei giurati in isolamento, con la segreta complicità della sua bella fuori, manipola la giuria per ottenere il verdetto che vuole. Da un best seller di John Grisham con 2 sostanziali differenze: nel libro la vedova di un uomo morto per tumore ai polmoni trascina in tribunale una multinazionale del tabacco; l’azione è spostata da Biloxi in una suggestiva New Orleans (350 miglia). Una macchina-film che funziona a meraviglia fino alla sorpresa finale politically correct . Due mostri sacri, entrambi vincitori di 2 Oscar, si contendono la scena con due personaggi opposti in tutto e si divertono gigioneggiando alla grande. Ne escono alla pari. L’incontro-scontro nei bagni vale da solo la visione del film. Ma sono bravi anche gli altri, primo fra tutti Cusack.

 La giuria
(2003) on IMDb

Regia di Francis Veber. Un film con Daniel AuteuilGérard DepardieuThierry LhermitteMichèle LaroqueMichel AumontCast completo Titolo originale: Le Placard. Genere Commedia – Francia2000durata 84 minuti. – MYmonetro 3,14 su 4 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Minacciato di licenziamento, Pignon, contabile diligente e uomo mite senza qualità, si finge gay su consiglio di un vicino di casa. Ha successo a tutti i livelli, in ufficio, in società e in casa. Temi di fondo: il “politicamente corretto” trasformato in strumento di autopromozione; presa per il bavero della cultura del piagnisteo. Il veterano F. Veber vale come sceneggiatore più che come regista, ma la scelta e la direzione degli attori sono ineccepibili: D. Auteuil è infallibile, gli fa da spalla G. Depardieu, il suo fallocratico persecutore che va fuori di testa.

 L'apparenza inganna
(2001) on IMDb

La Guerra Dei Mondi (1952): Amazon.it: Barry/Robinson, Barry/Robinson: Film  e TVUn film di Byron Haskin. Con Gene Barry, Ann Robinson, Les Tremayne, Lewis Martin, Robert Cornthwaite.Titolo originale War of the Worlds. Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 85 min. – USA 1953. MYMONETRO La guerra dei mondi [1] * * 1/2 - - valutazione media: 2,99 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Da un celebre racconto di H.G. Wells, lo specialista di genere Haskin dirige un film che la Paramount avrebbe fortemente voluto affidare ad Orson Welles come debutto, dopo la clamorosa farsa radiofonica che questi fece e che è ricordata con lo stesso nome di “war of the worlds”. Forte di un budget di tutto rispetto, in gran parte utilizzato per la cura degli effetti speciali, La guerra dei mondi racconta di un tranquillo paesino della provincia americana, dove un giorno si schianta un meteorite. Lo sgomento della popolazione è ancora più grande quando si scopre che non si tratta di un corpo celeste bensì di un’astronave aliena. E lo sgomento si fa panico quando gli extraterrestri palesano la loro ferma volontà di conquistare il mondo. 

 La guerra dei mondi
(1953) on IMDb
The Strangers - Prey At Night - Film (2018) - MYmovies.itThe Strangers è un film di Bryan Bertino del 2008, con Liv Tyler, Scott Speedman, Peter Clayton-Luce, Glenn Howerton, Laura Margolis, Gemma Ward, Kip Weeks, Alex Fisher. Prodotto in USA. Durata: 90 minuti. Distribuito in Italia da UIP a partire dal 02.01.2009.
 
Una giovane coppia che sta per sposarsi decide di trascorrere un week-end in campagna in una casa presa in affitto. Il loro soggiorno viene presto disturbato da violenti colpi a porte e finestre provenienti dall’esterno, provocati da tre persone mascherate decise a terrorizzare e ammazzare i due intrappolati in casa.

 

 

 The Strangers
(2008) on IMDb

Regia di Sergio Rubini. Un film con Sergio RubiniFabrizio BentivoglioMargherita BuyGiovanna MezzogiornoMariangela MelatoCast completo Genere Drammatico – Italia2004durata 110 minuti. – MYmonetro 2,99 su 17 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Noto attore di cinema, Luca Florio è colto da un grave malore. Ricoverato, riceve le visite di parenti, amici, colleghi e si rende conto che quell’ambiente non gli basta più. Sente il bisogno di ricongiungersi con la terra d’origine e la sua cultura del Sud. Un Rubini 8½ ? 7½, semmai, e con una marcata connotazione teatrale. La malattia come occasione di autoanalisi e di bilancio, ma anche di una possibile svolta. Rimane da stabilire non quanto sia autobiografico, ma se la sua sia un’autocritica personale o abbia anche un significato collettivo. Il fatto che S. Rubini si sia sdoppiato in F. Bentivoglio, suo evidente alter ego, riservando a sé stesso la parte dell’amico medico, farebbe propendere alla seconda ipotesi. Come il solito, comunque, tutti recitano con garbo intelligente. Scritto con Domenico Starnone e Carla Cavalluzzi, è probabilmente il suo film più maturo, sicuramente il più sincero. Nastro d’argento a G. Mezzogiorno non protagonista.

 L'amore ritorna
(2004) on IMDb

Regia di Sergio Martino. Un film con Luc MerendaSilvano TranquilliRichard ConteMartine BrochardSteffen ZachariasCast completo Genere Poliziesco – Italia1973durata 104 minuti. – MYmonetro 3,29 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Il commissario Caneparo, sospeso per i suoi metodi violenti, decide di vendicare un collega ucciso perché era su una pista giusta. Si naviga nell’immenso mare della banalità. Idee poche, azione inverosimile, in bilico sul ridicolo.

 Milano trema: la polizia vuole giustizia
(1973) on IMDb

Regia di Sergio Corbucci. Un film con Peppino De FilippoWalter ChiariGino CerviTotòFranca ValeriAgostino SalviettiCast completo Genere Commedia – Italia1963durata 106 minuti. – MYmonetro 3,24 su 6 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Sono in cinque – una donna per la DC, quattro uomini per il PCI, PLI, MSI e monarchici – a presentarsi candidati alle elezioni. Ciascuno ha i suoi trucchi, fa le sue promesse, ma tutti falliscono. Film a episodi camuffato. La satira è di grana qualunquista, ma certe stoccate arrivano al bersaglio. Totò si candida per il Partito della Restaurazione (monarchica).

 Gli onorevoli
(1963) on IMDb

Regia di Sergio Rubini. Un film con Sergio RubiniValeria GolinoRiccardo ScamarcioFabrizio Gifuni, Guido Giaquinto, Anna FalchiCast completo Genere Drammatico, – Italia2009durata 116 minuti. Uscita cinema venerdì 4 dicembre 2009 distribuito da 01 Distribution. – MYmonetro 2,90 su 12 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Gabriele torna a Manduria (TA) per l’estremo saluto al padre. Flashback lungo nel 1967 quando era il figlio birichino di Ernesto, capostazione, e di Franca, insegnante, che in Pinuccio ha un fratello più giovane, vitellone malizioso, zio adorato. Ernesto ha l’hobby della pittura e una passione per Cézanne di cui copia, anzi rifà, l’autoritratto. Gli dedica una mostra che un critico locale sbriga come frutto di un dilettante velleitario. Colpo di scena finale. Scritto con D. Starnone e C. Cavalluzzi, è il 2° film consecutivo di Rubini con Scamarcio con cui, affrontando i rapporti conflittuali tra arte figurativa e critica, si regolano obliquamente i conti con i cinerecensori. Meno esagerato e più squilibrato, ma come sempre ridondante, affidato ai chiassosi stereotipi della commedia mediterranea, ai soprassalti fantastici del ragazzino e a un’accentuata dimensione di inverosimiglianza narrativa. I suoi veri protagonisti sono Rubini e il piccolo Gabriele. Fotografia di Fabio Cianchetti che filma i treni a vapore e i paesaggi pugliesi come se appartenessero a un western di Ford. Musiche: Nicola Piovani.

 L'uomo nero
(2009) on IMDb

Regia di Sergio Corbucci. Un film con TotòGianni AgusVittorio De SicaArturo BragagliaOlimpia CavalliFranco GiacobiniCast completo Genere Commedia – Italia1961durata 92 minuti. – MYmonetro 3,00 su 5 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

È l’8 settembre 1943. Mentre un maresciallo dei Carabinieri (De Sica) si traveste da prete, un falso prete (Totò) indossa la sua divisa. Equivoci e disavventure a catena. Il difetto di questa commedia grottesca sta nella sceneggiatura. Per due terzi sta in piedi, in chiave di farsa, per merito di un ottimo Totò e di un funzionale De Sica nel suo flautato gigionismo, ma verso la fine si appesantisce nel patetico. Si ride, ma spesso a spese del buon gusto e del buon senso

 I due marescialli
(1961) on IMDb

Regia di John Ford. Un film con Warner BaxterGloria Stuart. Titolo originale: Prisoner of Shark Island. Genere Avventura – USA1936durata 95 minuti. – MYmonetro 2,50 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Dopo aver inconsapevolmente collaborato all’assassinio di Lincoln, un medico è condannato all’ergastolo in un processo-farsa. Riconquista libertà e dignità, salvando guardiani e detenuti da un’epidemia di febbre gialla. Ford esalta il mito di Lincoln, salvatore e padre della patria, e lo trasferisce sulla figura del dottor Mudd che incarna, a sua volta, il mito del Sud. Storia e finzione fifty-fifty. Dura critica alla giustizia nordista.

 Il prigioniero dell'isola degli squali
(1936) on IMDb
Film introvabile in rete, ho comprato e rippato il dvd

Regia di Sergio Citti. Un film con Giancarlo GianniniHarvey KeitelElide MelliAnnalisa SchettinoLarissa VolpentestaCast completo Genere Drammatico – Italia2001durata 90 minuti. – MYmonetro 2,77 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Dolorosa istoria della dodicenne sicula Rosa, figlia di un maniscalco alcolista: violentata da un gerarca fascista, finisce in riformatorio; maggiorenne, ritrova la madre fedifraga, la “vipera” del titolo, e forse il figlio che le fu tolto di forza e che fa il cantastorie. Il più anomalo e marginale dei cineasti italiani ha fatto il suo film più freak e meno consolatorio con 2 novità: l’ambientazione siciliana ai tempi di un’Italia ormai dimenticata, ma storicamente connotata e asse portante della nerissima favola, la maternità. La 1ª parte – la migliore – coincide con un soggetto ( La pietà di una cosa ) pubblicato nel 1989; nella 2ª si ha “l’impressione di assistere a un discorso privato, che segue una logica sua, lasciando in campo solo simboli che faticano a comunicare” (A. Pezzotta). Nemmeno l’esperta mano del cosceneggiatore V. Cerami v’ha posto rimedio. Melli, la “vipera”, è anche produttrice.

 Vipera
(2000) on IMDb

Greystoke - La leggenda di Tarzan il signore delle scimmie Streaming -  Guarda Subito in HD - CHILIRegia di Hugh Hudson. Un film Da vedere 1984 con Ian HolmRalph RichardsonChristopher Lambert, Colin Charles, Bridget Biargi, Paul Geoffrey, Tristam Jellineck, Eric Langlois, Sheila Latimer, Alison Macrae, Roddy Maude-RoxbyCast completo Titolo originale: Greystoke – The Legend of Tarzan Lord of the Apes. Genere Avventura – Gran Bretagna1984durata 130 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 – MYmonetro 3,09 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

John Clayton, settimo visconte di Greystoke, detto Tarzan delle scimmie, ha molti padri e a uno a uno li perde tutti: il padre di sangue, il tenero nonno, lo scimpanzé che lo alleva, il padre putativo. Riportato nel regno della civiltà bianca, sceglie la giungla. Nella sua puntigliosa fedeltà al personaggio creato da Edgar Rice Burroughs nel 1912, è la prima tarzanata adulta nella storia del cinema, un film di avventure con qualcosa di più, una parabola sul conflitto tra ordine e caos, un apologo sulla libertà nella giungla e le costrizioni della società civile. La sceneggiatura è di Robert Towne che, infuriato dai cambiamenti apportati dal regista, la firmò col nome del suo cane: P.H. Vazak. Ebbe una nomina all’Oscar.

 Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie
(1984) on IMDb

Risultati immagini per La Vergine dei SicariUn film di Barbet Schroeder. Con German Jaramillo, Anderson Ballesteros, Juan David Restrepo Titolo originale La virgen de los sicarios. Drammatico, durata 97 min. – Francia, Colombia 2000. – Bim Distribuzione MYMONETRO La vergine dei sicari * * - - - valutazione media: 2,38 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Lo scrittore Fernando Vallejo torna a Medellin, la città dove è nato, per morire. Circondato da una noia orrorifica, troverà nell’amore omosessuale per Alexis, poco più che adolescente, la volontà di prolungare l’agonia esistenziale. Un giorno, in un banale regolamento di conti, Alexis viene ucciso. Fernando cercherà, allora, soddisfazione nell’amore, ancora una volta acerbo di Wilmar, sicario di Alexis. Un altro colpo di pistola “voterà” Wilmar alla Vergine Malsana è l’aria di Medellin, malsana come gli amori di Fernando Vallejo, malsana come gli spiriti delle sue Chiese. Avido come un vampiro, il “primo grammatico colombiano” succhia la vita dei suoi giovani amanti, rigettati dalle strade e martirizzati dalle Chiese.

 La vergine dei sicari
(2000) on IMDb

Jeeg robot d'acciaio - stagione 1 episodio 23 | SkyJeeg robot d’acciaio (鋼鉄ジーグ Kōtetsu Jīgu?) è un manga giapponese a tematica mecha, pubblicato per la prima volta su una rivista dalla Kōdansha nell’aprile del 1975. Gō Nagai si occupò del soggetto e Tatsuya Yasuda dei disegni. La storia tratta del risveglio dal sonno millenario dell’antico popolo Yamatai, governato da Himika e dai suoi tre comandanti: Ikima, Amaso e Mimashi. A contrastarli interviene Hiroshi con Jeeg.
Dal manga è stata tratta una serie televisiva anime di 46 episodi, prodotta dalla Toei Animation sempre nel 1975. La serie è stata trasmessa per la prima volta in Italia nel 1979[1][2], dove ha riscosso un notevole successo, paragonabile solo a quello di altre serie del genere, come UFO Robot Goldrake e le serie di Mazinga. Nel 2007 è uscito in Giappone l’anime Shin Jeeg Robot d’acciaio che riprende la trama del manga di Nagai e che vede un nuovo protagonista, insieme a diversi personaggi storici.
Il professor Shiba, noto scienziato giapponese, durante una ricerca archeologica, scopre una antica campana di bronzo appartenuta all’antico popolo Yamatai, soggetto alla malvagia regina Himika. Una popolazione che ha sempre fatto come regola di vita la sopraffazione dell’uomo sull’uomo. Il popolo Yamatai non si è estinto, si è ibernato nella roccia in attesa di ritornare in vita: solo la magica campana di bronzo gli permetterebbe di conquistare il mondo: per questo il professore decide di nascondere la campana e approfittando di un grave incidente di laboratorio in cui viene disgraziatamente coinvolto suo figlio Hiroshi, gli salva la vita trasformandolo in cyborg e gli miniaturizza nel petto la campana, rendendolo invulnerabile.

 Jeeg - Robot d'acciaio
(1975) on IMDb

Regia di Christopher Menaul. Un film con John ShrapnelMichael ShannonBob MasonRupert Penry-JonesJean MarshCast completo Genere Fantascienza – USA1994durata 106 minuti.

Adolf Hitler ha vinto la seconda guerra mondiale, riuscendo a tenere nascosto al mondo cosa succedesse davvero nei campi di concentramento. Siamo nel 1960 e il fuhrer chiede di incontrare il Presidente degli Stati Uniti. Mentre si organizza lo storico incontro, un giornalista americano e un poliziotto tedesco vengono a conoscenza delle prove del genocidio nazista.

 Fatherland
(1986) on IMDb

Regia di Sergio Corbucci. Un film con Giancarlo GianniniGiuseppe MaffioliDalila Di LazzaroGiuliana CalandraMichel ConstantinCast completo Genere Commedia – Italia1974durata 100 minuti. – MYmonetro 3,26 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Tra anziano camionista lombardo e giovane autista siciliano nasce una società “in proprio” e un’amicizia. Le impennate bizzarre in un contesto umoristico greve non giovano alla riuscita del film. Giannini ripete in pratica il personaggio di Mimì metallurgico.

 Il bestione
(1974) on IMDb

Regia di Sergio Citti. Un film con Gianni RizzoFranco CittiNinetto DavoliNicoletta MachiavelliChristian AlegnyCast completo Genere Film a episodi – Italia1973durata 93 minuti. – MYmonetro 3,11 su 3 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Sono 4 storie raccontate da Mammone (F. Citti) e Bernardino (Davoli), condannati a morte nella Roma papalina per aver derubato e ferito a morte un mercante. Desunta da Matteo Bandello, la 1ª narra del duca di Ronciglione e di Nicolino che scoprono di essere stati cornificati dai ragazzetti e dal parroco del villaggio. Di derivazione rusticana, la 2ª dice di due pecorai, uno dei quali seduce la moglie dell’altro che si vendica. La 3ª mette in scena un prete gaudente e il suo servo che per avidità l’uccide. La 4ª è presa da un fatto di cronaca: un giovane che ha sedotto una sposata è pugnalato dal marito e dall’amante di lei. L’ultima storia ha un epilogo che illumina a ritroso il senso del film: i quattro finiscono davanti a un padreterno contadino che condanna i primi tre per ipocrisia e assolve il giovane che non sa nascondere il rimpianto per le gioie della vita. Imperniate sul sesso e tutte concluse con la morte, sono storie di una buffoneria cupa e sanguigna di radice contadina, esposte con un linguaggio asciutto e spiccio senza fronzoli né compiacimenti. 2° film di S. Citti, cineasta contadino più che sottoproletario.

 Storie scellerate
(1973) on IMDb

Regia di Sergio Corbucci. Un film con Vittorio CaprioliAdriano CelentanoMaurizio ArenaNinetto DavoliClaudia MoriCast completo Genere Commedia – Italia1971durata 108 minuti. – MYmonetro 3,24 su 1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Nella Roma del 1900 “Er più” è il bullo più svelto, popolare e temuto del quartiere, costretto a battersi con vari pretendenti per sposare la bella Rosa. Film confezionato per il clan (settentrionale) di Celentano. Discutibile l’ambientazione romanesca, ma la storia funziona, la compagnia degli attori è affiatata, i dialoghi senza sguaiataggini.

 Er più: storia d'amore e di coltello
(1971) on IMDb